L’interprete e il traduttore: facciamo un po’ di chiarezza (2a parte)

SEGUE DA http://www.giusepperana.it/2017/04/27/linterprete-e-il-traduttore-un-po-di-chiarezza-sulle-professionalita-delle-due-figure/

Tra le migliori facoltà italiane[1] ed europee [2] per interpreti e traduttori figura la SSLMIT di Trieste (che ho avuto la fortuna di frequentare), membro fondatore della più antica e prestigiosa associazione mondiale delle facoltà per interpreti e traduttori, il CIUTI.[3]

Quando dobbiamo avvalerci dei servizi di un traduttore e di un interprete, queste precisazioni sono fondamentali nell’orientarci nella scelta. Infatti, non è solo la conoscenza di una o più lingue a rendere un laureato un professionista del settore, ma anche la preparazione specifica sulle tecniche della traduzione e dell’interpretazione. Riflettiamoci un attimo: per curare un mal di schiena, ci affideremmo ad uno psicologo oppure ad un ortopedico? Allo stesso modo, per una trattativa con un cliente russo, vi affidereste ad un esperto in letteratura russa oppure ad un interprete che conosce il russo e che è dotato di competenze specifiche nel suo ambito?

Con questo articolo, ho voluto fare un po’ di chiarezza su chi sono e cosa fanno un traduttore e un interprete, delineandone le professionalità. Il rischio di affidarsi a chi si improvvisi tale è ottenere un servizio privo della qualità che un professionista garantisce.

Nella vita di tutti i giorni, le occasioni in cui il ricorso a queste due figure si rivela necessario sono svariate e diffuse: per un’azienda che vende all’estero, una trattativa d’affari in fiera; per un‘agenzia di viaggi, la traduzione di un dépliant turistico; per un privato, la revisione del proprio curriculum redatto in lingua straniera.

Ovviamente, questi solo alcuni degli ambiti in cui l’opera e l’ingegno di un traduttore e di un interprete si rendono indispensabili. Per un elenco esaustivo e completo dei servizi che posso offrirti in quanto interprete e traduttore professionista, visita la mia pagina servizi e contattami pure per qualsiasi chiarimento.

[1] G. Basso, ‘Trieste nell’olimpo dei migliori atenei’, Il Piccolo, 27 luglio 2015 http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2015/07/27/news/trieste-nell-olimpo-dei-migliori-atenei-1.11842568 (ultimo accesso 24 aprile 2017).

[2] A. D’Ambra, ‘Cercasi traduttori non qualificati. Se hai studiato, peggio per te, ‘Il Fatto Quotidiano’, 26 marzo 2016 http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/25/le-istituzioni-italiane-diano-il-buon-esempio-assumendo-interpreti-e-traduttori-qualificati/2582035/ (ultimo accesso 24 aprile 2017).

[3] http://www.ciuti.org/ (ultimo accesso 24 aprile 2017).